News

08/05/2019 12.38.20

Edizioni Leucotea annuncia l’uscita del libro di Imma Di Nardo “Betty Tonon – Guerra dei sessi in Val Padana”.

Un romanzo dove si ride fino all’ultima pagina.

Betty lavora in un Agenzia di Ricerca & Selezione di Milano, ma più che selezionare lavoratori risolve rogne. Una trentenne di temperamento sentimental/pasticcione e aspetto oscillante da burrosa biondina a stolida chiattona. Alle prese con temuti Semestri Bianchi e improbabili Maschi Alfa. L’arrivo del

06/05/2019 13.04.18

Edizioni Leucotea ha il piacere di annunciare la pubblicazione di “Tango argentino sulla Cote".

Il libro segna un doppio debutto: quello dell’investigatore Giulio Belpensiero e quello dell’autore Franco Fiorucci.

È un breve romanzo di genere, un “giallo”, ambientato tra la Riviera dei Fiori e la Costa Azzurra. La storia si svolge una quarantina d’anni fa, agli inizi della carriera del commissario Belpensiero. L’ambiente è quello a cavallo tra Italia e Francia, al tempo di quando l’euro non c’era ancora e  molte cose erano diverse dalla realtà di oggi.
Tutto inizia con la scoperta di un cadavere sulla Moyenne Corniche, in Francia, ma tanti elementi riconducono alla Riviera, a Sanremo. Le ragioni dell’omicidio parrebbero facili da capire, ma le indagini smontano le ovvietà, fino alla scoperta di come sono an date veramente le cose.

Per il romanzo si può parlare di “debutto” perché il “Tango argentino sulla Cote” vuole essere il primo di una serie di romanzi. Con il personaggio Belpensiero come protagonista e quasi sempre con l’ambientazione rivierasca, per luoghi e per tematica.

Franco Fiorucci è giornalista professionista in pensione.

30/04/2019 13.16.03

Fresco di stampa "L'ossessione della forma" il nuovo romanzo di Nicola Brizio.

E se il talento fosse una maledizione?
Un artista, ormai divorato dagli eccessi, si trovi a dover fare i conti con l’elemento che lo rende speciale e invidiato dal resto del mondo: il talento. Quello che, ad uno sguardo superficiale può sembrare un dono dal valore inestimabile, si trasforma ben presto in una sorta di condanna dalla quale il protagonista tenterà di fuggire senza successo. Una narrazione frammentata e distopica come i pensieri del narratore che, parlando in prima persona, trascina il lettore in un girone infernale popolato da vecchi amici allo sbando, poliziotti corrotti e sinistre confraternite pronte a ribaltare il già precario ordine del mondo occidentale.

Nicola Brizio, braidese, classe ‘93, dopo gli studi abbandona l’Italia e trascorre due anni in Germania vivendo tra Hannover, Dortmund e Berlino e svolgendo i lavori più disparati. Proprio in Germania inizia a coltivare la sua passione per la lettura, la scrittura ed il cinema.
Tornato in Italia cura le sceneggiature dei cortometraggi “Moonlight Hotel” ,“Night at 12042” e “Sbocceranno i fiori a febbraio”. Dal 2016 cura le recensioni letterarie per il settimanale “Il Braidese”; nel 2017 esce il suo primo romanzo intitolato “Fame plastica”.

30/04/2019 13.11.46

E' in libreria "La fanciulla delle fate"

il romanzo d'esordio di Luciano Ricci

"Una semplice storia d'amore" la definisce l'autore, ma dentro a "La fanciulla delle fate" c'è molto di più: c'è un matrimonio che si sfalda, un nuovo sentimento che nasce, una fuga, per poter vivere e condividere un sogno meraviglioso ed un'epifania, quella del Vicequestore Romuzzi, che troverà il coraggio per uscire dal guscio in cui era prigioniero e sconvolgere la sua percezione del mondo.

Luciano Ricci è nato a Genova, laureato in Ingegneria, sposato con due figli, è stato nominato Maestro del Lavoro nel 2018.
Dopo un’intensa esperienza lavorativa in grandi aziende si è dedicato alla formazione.

17/04/2019 09.39.31

Come affrontare gli imprevisti con un sorriso?

Ce lo spiega Gianluca Ciuffardi con il suo nuovo libro "Piovono scoiattoli"

Immaginate che, in una giornata grigia, invece di una pioggia battente, dal cielo cadano soffici e morbidosi roditori. Che fare?
Molti potrebbero pensare a scappare urlando, ma l'autore ci propone diverse valide alternative per accogliere l'imprevedibile e fare del cambiamento un'occasione e non un sciagura da temere.

Come si può imparare dai fallimenti per trasformare le varie situazioni negative in altrettante opportunità? La legge di Murphy è solo un mito o davvero tutto ciò che può andar male lo farà? Cosa rende un individuo più fortunato di altri? 
L’empatia e l'intelligenza emotiva possono rivelarsi indispensabili per entrare in contatto con se stessi, con gli altri e con il mondo durante le varie fasi di passaggio della propria vita. Infine, nella parte finale del libro si spiega come affrontare con coraggio le emozioni negative (tristezza, rabbia, paura), imparando a viverle meglio e in modo più autentico.

Nato a Livorno nel 1976, dove vive e lavora come psicologo. Nella sua attività professionale di ricercatore presso la Fondazione Franceschi di Firenze, ha compiuto studi e ricerche sul costrutto scientifico d'intelligenza, sulla qualità di vita in oncologia, sui processi di socializzazione, sull’approccio centrato sulla soluzione, sulla percezione del tempo, sulle dipendenze, sul pensiero narrativo e sulla comunicazione pacifica. Ha pubblicato due libri di saggistica psicologica sull'intelligenza emotiva, oltre ad alcuni articoli apparsi su importanti riviste italiane ed estere. Ha curato la realizzazione di un manuale per la preparazione dell’esame di stato per psicologi e ha tradotto in italiano un manuale di terapia centrata sulla soluzione. È esperto di epistemologia costruttivista e membro dell’EBTA (European Brief Therapy Association).

11/04/2019 18.25.44

Vorrei essere un gatto, è arrivata in libreria una fiaba... magica!

In libreria il nuovo libro di Dario Daniele, arricchita dal contributo di Sara di Vittori e dalle illustrazioni di Paolo Pinto.

Chi non vorrebbe essere un gatto? E' quello che desidera un giorno Sara, che scopre di potersi tramutare in felino e, in quel modo, intrufolarsi negli anfratti più nascosti, fino a viaggiare attraverso le dimensioni. Assieme al suo amico Leo, gatto vivace dal portamento fiero, scopriamo un mondo nascosto, più giusto e luminoso, dove l'amore rende tutto possibile.

É certo che, dopo questa appassionante lettura, sarà inevitabile osservare con occhi nuovi qualunque gatto s’incontri…

Dario Daniele, sanremese, insegna diritto ed economia politica presso l’Istituto superiore statale “C. Colombo” di Sanremo e Taggia (IM).
Attivo ambientalista e libero viaggiatore fin da giovane (ha visitato ad ora oltre cinquanta Paesi del mondo), si occupa da tempo di problematiche legate ai Paesi in via di sviluppo, soprattutto nell’ambito dell’organizzazione Assefa ONLUS (
www.assefa.org), di cui è uno dei volontari, con sede nazionale proprio a Sanremo. Ha un figlio, Edoardo.
Tra le sue opere ricordiamo: “Dentro il villaggio vive il sogno indiano di Giovanni”, 2003; “Un piccolo sole”, 2004; “Le Alpi sul Mare”, 2005; “Cieli di Pace”, 2007; “La farfalla d’oro”, con i disegni di Libereso Guglielmi, 2009; “Io ti vedo”, 2011; “Le pietre di Edoardo”, 2014.
Da alcuni anni si occupa di sensibilizzazione sui temi della parità genitoriale. I diritti d’autore dei suoi libri hanno finanziato numerosi progetti di sviluppo, tra cui la costruzione di un edificio scolastico in India, presso il villaggio di K. Pudur (Tamil Nadu) e alcuni progetti sociali in Africa e in America Latina.

10/04/2019 12.33.00

Edizioni Leucotea annuncia l’uscita del nuovo libro di Paola Caravona “Il bambino che guardava il treno”.

Gabriele, il bambino indaco, ci insegna a vivere, qualunque sia la nostra di “diversità”, comunque e nonostante tutto.

Gabriele è un bambino indaco dotato di particolari sensibilità e con un’indole difficile che la madre fa fatica ad accettare, solo il padre sembra capirlo.
Il suo destino corre allora sui binari del treno che giunge ogni giorno a Peschici, che il ragazzo vede arrivare dalla sommità di una collinetta – dove, ogni volta, gli pare che un vento sempre nuovo gli rad-drizzi la vita e i pensieri.
Sarà il breve ma intenso incontro con la ragazza del circo ad aprire i suoi occhi sul futuro.
Questo romanzo tratta il tema della diversità, reale o percepita, dell’individuo che si fa largo nel mondo portando la propria magica unicità, qualunque natura essa abbia, a qualunque costo, mai perdendo la bellezza di raccontarsi e di sognare un avvenire migliore.

Paola Caravona, bergamasca, classe ‘73, è impiegata comunale part-time, mamma, operatrice del benessere - Master Reiki e conduttrice di gruppi per l’approccio alla disciplina Bioenergetica.
Il suo percorso di vita e di crescita artistico-letteraria, nasce in modo quasi impercettibile e sotterraneo tra le righe dei primi tre brevi romanzi: Il cerchio rosso (Leucotea 2016), Il cerchio bianco (Leucotea 2016) e Il cerchio blu (Leucotea 2018).
Il bambino che guardava il treno è il suo primo romanzo con un protagonista maschile.




10/04/2019 12.31.14

Giallo Erba, una nuova indagine per Ulisse Zecchini.

Il libro, ambientato nella Milano del 1843, tra il fermento patriottico e il polso austero degli austriaci ci riporta in una città operosa magistralmente ricostruita.

– L’è in bagn! In la stanza de bagn! - Così urla la Francesca, la domestica di casa Conti, alla vista del Commissario Zecchini. Da qureste poche parole partirà un'indagine intricata che vi incollerà alle pagine.

Paolo Saino, milanese per cultura ed adozione, nato a Novara, ha sviluppato negli anni la passione per la storia (con una particolare inclinazione verso quella risorgimentale) e la lettura.
Tra le sue opere ricordiamo “Giallo Carbone” , pubblicato in questa collana nel 2018 e “Gli ultimi patrioti”, 2017.

02/04/2019 11.33.01

Project Leucotea annuncia l’uscita del libro “Le città che si guardano” di Monica Castello


Al centro di tutto questo Genova e Palermo, le città che si guardano

Adelasia del Vasto, marchesa savonese dell'XI secolo, costretta a lasciare la sua terra, parte per sposare Ruggero d'Altavilla, Gran Conte di Sicilia. Mille anni dopo una donna, seguendo le sue tracce, si sposta tra il ponente ligure e Genova, in un viaggio che la porterà a Palermo, dove la nobildonna stabilì la sua corte. Adelasia è una donna di forti sentimenti, di grandi idee, di azione, che però deve lottare contro il pregiudizio dei molti che, nonostante tutto, continuano a vede in lei la straniera. La nostra contemporanea, attenta nell'osservare il mondo che la circonda, si ritrova a fare lo stesso percorso più volte. Il racconto dei posti attraversati si incrocia con le diversità e le similitudini di linguaggi, modi di dire, cibi. Il cammino delle due percorre le stesse strade, è quasi identico, i loro occhi vedono le stesse cose attraverso tempi storici diversi ed insieme paralleli, in un rincorrersi di storie, persone, personaggi. Entrambe fanno i conti con posti, eventi, affetti, incontri, insomma con tutto quello che fa parte di una vita, raccontando momenti che coinvolgono attraverso i secoli Liguria e Sicilia, dalle vicende dei Doria all'emigrazione verso l'America, dalla nascita della lingua italiana a Frank Sinatra. Al centro di tutto questo Genova e Palermo, le città che si guardano appunto, unite da un legame controverso eppure indissolubile che dura ancora oggi.

Monica Castello è nata a Genova nel 1965. Laureata in Giusprudenza e Dams, ha lavorato nel campo del diritto di famiglia ed in quello sanitario in vari ambiti sino al 2016, alternando tale attività con la realizzazione di eventi e la scrittura, cosa che continua tuttora. Ha pubblicato diversi studi su riviste specializzate in diritto di famiglia, il saggio “Ma l'AIDS ci vede benissimo – diritti e doveri del malato e della società” (2007), due testi teatrali nell'”Antologia di teatro italiano contemporaneo” (2013). Nel 2017 è stata uno degli autori di “Liguri e Siciliani - incontri nella Storia, studi in onore di Sergio Mattarella” con un capitolo dedicato a Percivalle Doria.

28/03/2019 10.31.59

Dopo il successo di “A piedi nudi”, Edizioni Leucotea annuncia il nuovo libro di Claudio Secci “Occhi Lucidi”

La storia di Gisèle continua...

../it/home.php

Gisèle ha diciassette anni, è una ragazza particolarmente disagiata che cerca di trovare una sua dimensione in un mondo che ha riservato per lei soltanto atroci sofferenze.
La protagonista è un personaggio atipico, scontroso, schivo e dalle reazioni imprevedibili: la pubertà di Gisèle nasconde antri oscuri ma anche sorprendentemente piacevoli che la porteranno a scoprire lati di sé che non avrebbe mai immaginato. Per comprendere meglio questo episodio sarebbe necessario partire dal primo, in cui si narrano le vicende di un'adolescente che ha perso da poco il padre in circostanze misteriose. Una morte della quale Gisèle si sente responsabile, eppure indagini successive spiegheranno che le cose non stanno esattamente così. Pur crescendo, Gisèle mantiene intatte curiosità e sfrontatezza morbose, dovute anche alla sua carenza culturale e ad una discontinua percezione della realtà, con le quali riesce a fronteggiare situazioni senza alcun timore. Proprio per questo la spunta quasi sempre. Ragazza ineducata, schiva, taciturna ma irrealmente bella. Proprio la sua bellezza la espone spesso a gelosie da parte di alcune coetanee e a tentativi di abuso da uomini spietati. Si contrappongono continuamente le sue lacune di conoscenza su alcune tematiche e la sua precoce maturità, portando a suo favore situazioni di apparente svantaggio. Non teme nulla, nemmeno la morte. Trasuda voglia di libertà assoluta, tanto ribelle da obbedire solo alla sua madre adottiva, Josephine, alla quale sente di volere un bene sincero. Gisèle ci dimostra come un sentimento positivo sia sempre curativo. Sa come aprire il suo cuore, sebbene in rare occasioni, e portare a casa l’affetto di chi si sforza di comprenderla. Le delusioni e le ferite spesso ci portano a sentirci un po’ come Gisèle. Laddove non sentiamo il bisogno di condividere, di spiegare e giustificarci, desideriamo soltanto correre a piedi nudi sull’erba fresca.

Claudio si occupa di informatica dal 1999 e ama viaggiare per il mondo con sua moglie Francesca. Scrive romanzi di ogni genere che sono stati recensiti dalle più prestigiose riviste di settore, raggiungendo 120 presentazioni svolte in tutta Italia negli ultimi 8 anni. Predilige mettersi in gioco ad ogni livello, portare su carta la sua visione del mondo, attraverso prospettive inedite e spesso pungenti. Potete scoprire il mondo letterario di Claudio sul suo sito www.claudiosecci.com dove trovate le date dei tour e il suo portfolio.