News

09/01/2018 11.14.34

EDIZIONI LEUCOTEA ANNUNCIA L’USCITA DEL NUOVO ROMANZO DI SARA GARZIA “SALUTO ALL’INVERNO”.


A volte, per riscaldare i propri ricordi, si ha bisogno solo di un gelido inverno...

Silvia è costretta a trasferirsi in un piccolo paese marittimo, mettendo da parte la sua vita per accudire la madre malata. Quando ormai crede che tutto sia perduto, s’imbatte in Enrico, un pittore di talento ma non più giovane. Inizialmente non sembra che i due abbiamo molto in comune, ma presto scopriranno di condividere di più di quello che sembra. 
È la storia di un’eredità affettiva e dell’ultima possibilità che il passato vuole dare all’anziano pittore di riparare ad un grave errore commesso molto tempo prima.

Sara Garzia è di origini tosco-napoletane. Vive a Milano ed è lì che nel 2001 conclude gli studi universitari in filosofia estetica con una tesi su Enzo Paci, lettore di Thomas Mann.
Tra le sue passioni dominanti , oltre all'arte e alla danza, spicca la poesia, settore nel quale tra il 2015 e il 2016 ha pubblicato alcuni componimenti nelle antologie di Aletti Editore.
Da poco tornata a fare l'insegnante, vive con il marito e due figli ai quali ha dedicato gran parte della sua vita nell'ultimo decennio.
Proprio durante gli anni della sua seconda maternità, si è impegnata nella stesura del primo romanzo Saluto all'inverno, nato da una profonda esigenza di dare un senso ad emozioni e sentimenti da tempo celati tra le pieghe della memoria.

20/12/2017 09.24.57

In libreria "Un abbraccio impossibile" della scrittrice imperiese Maria Franca Lepre.


Un dialogo "atipico" tra l'uomo e la natura.

Un albero parla ad un’amica “incontrata” per caso e le racconta di altri passanti in cui si è imbattuto casualmente: personaggi più o meno famosi, personaggi veri o di fantasia, umani, animali, attuali, d’antàn … E’ una galleria di quadri variopinti e sorprendenti, di personalità disparate e profonde che hanno lasciato un’impronta sul suo tronco nodoso. Un racconto delicato, raro in questa nostra epoca così sofferente, cruda, travagliata, in breve, una boccata di aria fresca e pulita! Il libro è per tutti coloro, grandi e piccini, che sono ancora in grado di sognare e non si accontentano solo di quanto di materiale c’è nella realtà.

Maria Franca Lepre nasce nel 1957 in una borgata ligure a ridosso del mare e protetta, alle spalle, da aspre colline a gradoni. Una laurea in Lingue, un Diploma in Bio-Naturopatia, diverse specializzazioni, Accademico presso la Gentium Pro Pace, varie pubblicazioni… una sola, grande passione: la Natura in tutte le sue forme. E’ istruttore di torrentismo ed ha partecipato ad importanti regate d’altura. Recentemente incanala tutte le sue energie per la realizzazione di un progetto innovativo: la creazione di una Bandiera D’oro per i Comuni che si mostrino particolarmente attenti al rispetto degli animali e dell’ambiente.

12/12/2017 13.43.40

In uscita oggi per Edizioni Leucotea un nuovo affascinate giallo: “Andrà tutto bene” dello scrittore Romano Simoni.

E se non credessi alla colpevolezza di una persona cosa faresti? Bè Emma Delfino, professione insegnate, non ha dubbi: cercare la verità!

Non è che volesse diventare una prof-investigatrice come quelle dei romanzi o della TV, ma quando l’imputato di omicidio è il suo ex fidanzato Emma Delfino, insegnante di Lettere, non può evitare di far qualcosa per salvarlo da quella accusa ingiusta.
Certo, lui l’ha lasciata per un’altra donna, che ha poi sposato e che è colei che Filippo avrebbe ucciso, ma la cosa non quadra.
L’impegno non basta per arrivare alla verità, anche perché a differenza dei romanzi al posto di un commissario benevolo e ben disposto ne troverà uno po’ scorbutico ma, soprattutto, già sicuro di aver risolto il caso! Fortuna che il suo vice non sia dello stesso avviso, diventando un prezioso collaboratore della prof-investigatrice.
Indagine svolta al di fuori delle fila delle forze dell’ordine con metodi poco ortodossi e un guizzo tutto femminile per la ricerca della verità.

Romano Simoni è nato a Bentivoglio (BO) nel 1973 e vive a Montanaso Lombardo (LO) con la moglie e due figlie. Dopo la laurea in letteratura greca all'Università Statale di Milano ha iniziato la professione di docente di materie umanistiche sia alle scuole medie che alle superiori.
Oltre che al giallo si è dedicato all'horror (I Racconti di Cantelmia, Specchi sogni streghe), alla poesia (Compresenze), alla fiaba (Fiabe della buona e della mala notte), al teatro (Quattro finzioni greche) e al romanzo di formazione (La forma più lunga, incentrato sull'altra sua passione, la pratica del karate).

05/12/2017 13.29.36

In uscita oggi per Edizioni Leucotea “E adesso dove andiamo?” il nuovo romanzo di Riccardo Fornasiero.


Un viaggio padre figlio per un confronto tra generazioni ma soprattutto di anime.

È la sera di capodanno ed è tutto pronto per partire, finestre chiuse, gas staccato, Lampo, il nostro cane, lasciato alle cure del vicino per i giorni avvenire - sperando che al ritorno la sua già proverbiale pigrizia non sia stata esasperata - e Gabriele che ovviamente no, non è ancora pronto. 
Potrebbe essere una bella vacanza, potrebbe... ma non lo è. 
Credo di sapere dove sia andata Elisa, mia moglie, più che altro è scappata, e anche se posso intuirne le ragioni non le so... Quindi ora vado a riprenderla, e Gabry, nostro figlio, viene con me.

Certo problemi ce ne sono tanti, e con entrambi, questa potrebbe essere l’occasione per risolverli o, quanto meno aprire uno spiraglio, e, perché no?, finalmente tirar fuori quei segreti del passato che rimasti irrisolti ci stanno logorando dentro.
Toh, finalmente si degna di arrivare... Eh, certo, la scorta di cibo da mangiare della mia auto immacolata si doveva portare dietro!
Credo che sarà un lungo viaggio...

Riccardo Fornasiero, classe 1965, si occupa di grafica e comunicazione in ambito medico-scientifico.
Dopo la laurea in Lettere ha conseguito un master in fotografia, uno in comunicazione aziendale e due in scrittura creativa e narrazione.
Appassionato di modellismo; costruisce modelli in scala 1/8 di auto d'epoca (soprattutto quelle americane degli anni '70 e '80).
Adora la mountain bike e i cani di razza boxer.
Ha pubblicato nel 2013 il romanzo "Autobiografia di un cane", edito da IBUC, e nel 2016 il romanzo "La commedia pelosa", edito da IL CILIEGIO.
Scrive e fotografa da sempre.

28/11/2017 12.38.26

In libreria da oggi "La corda e l'artiglio" il nuovo libro di Davide Cariola.


Una nuova indagine per il commissario Massimiliano Soffici, quasi che l'omicida voglia attirare la sua attenzione... Per questo scoprire il responsabile è per lui di vitale importanza, tanto da spingerlo a chiedere aiuto a Carlo Pannaggi, suo fratello e assassino del loro padre, che si trova ancora in carcere. All'oscuro del loro legame di parentela Carlo fornisce un aiuto per scoprire chi può ancora avercela con la famiglia Soffici. In realtà un vincolo altrettanto forte nasce quando Carlo e Massimiliano, ancora bambini, strinsero un patto suggellato da un braccialetto realizzato con un artiglio di lupo rinvenuto nel bosco.

Davide Cariola nasce il 26 febbraio 1987 alla Spezia. Laureato in Scienze della comunicazione e Storia dell’arte presso l’Università degli Studi di Parma, ha lavorato in ambito museale per più di due anni e attualmente ha un impiego presso il Duomo di Milano.

21/11/2017 12.11.31

Il corpo del gatto: da oggi in libreria il volume di Davide Longo.


Un giallo "antropologico" ambientato nelle periferie del profondo nord.

Una serie di morti misteriose - e feline per giunta - turba la tranquillità del commissario Loriano Vassalli, che sperava di passare gli ultimi anni di carriera in una noiosa routine. Forestiero e appena trasferito dalla natìa Toscana, si troverà a dover dipanare una matassa intricata, tra i fantasmi di un passato che ritorna, fascisti vecchi e nuovi e prostitute in pensione.
Un caso che scuoterà dal profondo la coscienza dell'ispettore e dei suoi fidati collaboratori; una narrazione incalzante che non tradisce le aspettative del lettore più esigente.

Davide Longo, laureato in Scienze Storiche all'Università degli Studi di Milano, vive in provincia di Varese con il suo cane e i suoi due gatti, Cuba e Fidel. Gli piacerebbe anche lavorare, se possibile: ma di questi tempi è un'impresa quantomeno ardua. Ama il Lago Maggiore, le montagne che lo circondano e la torbiera poco lontano da casa. Non significa che non sogni anche lui di andarsene, come tutti. Poi, tutte le volte che ci riesce, sogna prepotentemente di tornare.

../it/home.php?s=0,1,2&dfa=do25&pg=&diditem=3332

14/11/2017 12.32.22

Leucotea Project presenta “Orme di Luna” l’esordio letterario di Angela Chirone da oggi in libreria.


Quando due anime affini si incontrano si riconoscono senza bisogno di parole.

Un ragazzo arrivato in Italia clandestinamente si troverà sulla spiaggia a seguire orme sulla sabbia, orme particolari e che saltano allo sguardo perché disegnano sei dite invece delle cinque delle altre. Una ragazza che va in spiaggia solo quando non c’è nessuno per poter camminare scalza senza vergogna per quel “difetto” che l’ha resa schiva e diffidente.
Un incontro fortuito che si trasformerà in un amore contrastato, un contrasto simile a quelle delle carnagioni, scura e bruciata dal sole quella di lui, candida e morbida quella di lei.

Una storia di tolleranza e integrazione, ma anche di difficoltà.
Discriminazione per ciò che è diverso e non conformato a ciò che, in una realtà piccola come il loro paese è considerato accettato.

Angela Chirone è stata docente di scuola primaria dal 1976 ad ora.
Dopo una vita dedicata alla famiglia e all'insegnamento, giunta al momento di andare in pensione, ha deciso che si sente ancora in grado di trasmettere qualcosa. Ha incominciato con lo scrivere alcuni racconti autobiografici sulla sua infanzia, poi storie ambientate in Paesi visitati. “Orme di Luna” è il suo primo romanzo.

07/11/2017 13.54.58

In uscita oggi per Leucotea – Project “C'era una notte a Berlino” il nuovo intenso romanzo di Alessandro Gnani.

Una storia della durata di una notte ma capace di cambiare una vita.
Dopo alcuni anni dalla morte della madre sistemando i suoi effetti personali il figlio ritrova un diario di cui non ha mai saputo nulla. La storia che vi è scritta rivela una donna del tutto differente da quella che lui ha conosciuto. 
In particolare i fatti di una notte mentre, ancora ventenne, si trovava a Berlino apriranno al giovane gli occhi su una realtà che non avrebbe mai immaginato.
Un evento tragico che cambierà per sempre la vita di Sally, facendo crollare tutte sue certezze e minando la sua sicurezza. Una serie di stravaganti personaggi che ricorderanno alla giovane che non esiste solo l’orrore nel mondo, dandole la voglia di reagire.

Alessandro Gnani è laureato in Giurisprudenza, ha conseguito il dottorato di ricerca in diritto privato e l’abilitazione all’insegnamento universitario come professore di seconda fascia per il periodo 2013-2019. 
È autore di diversi volumi scientifici. Da vari anni svolge le funzioni di magistrato. 
Nel 2010 esordisce con l’opera teatrale Niente da dire.

31/10/2017 19.02.57

In uscita oggi per Edizioni Leucotea – Project il primo romanzo di Monia Matere “Zitto e abbracciami”.


Ogni persona indossa una maschera, alcune hanno solo i coraggio di lasciarla

Oggi Anna Lou è una studentessa di medicina, tanti amici, un lavoro part-time e una famiglia che le vuole bene. Certo questa famiglia le vuole bene, le persone che la adottarono quando era ancora una bambina e che non le hanno fatto mancare niente sia dal punto di vista materiale che da quello affettivo. 
L’ombra del rifiuto dei suoi genitori biologici, però, è rimasta. Quando incontra Diego, bello e simpatico vicino di casa la paura prenderà il sopravvento, lasciando cadere nel vuoto i segnali che il ragazzo le invia.
Trovare chi le ha lasciato in eredità tanto dolore e capirne le ragioni sarà l’unico modo per poter andare avanti e trovare la vera serenità.

Nata in Sardegna il 23 Giugno del 1978, Monia Matere, vive e lavora in provincia di Cagliari come Operatrice Socio Sanitaria presso una Comunità Psichiatrica ad alta intensità riabilitativa.
Dopo aver partecipato, nel 2015, con “Il mondo è la mia prigione” nella raccolta di racconti “Donne d’Inchiostro volume II” e nella raccolta di poesie “Oltre Mare” con due componimenti, ha deciso di seguire i suoi sogni, coronati con l’arrivo del primo romanzo completamente suo.

24/10/2017 12.43.28

In libreria "Diario di abbordo" della scrittrice sanremese Renata Renzoni.

Un libro intenso, che parla alle emozioni dell'individuo.
Una raccolta di sensazioni più che di racconti, che invitano il lettore ad un'immersione totale in una dimensione che fonde realtà e onirismo.
Tante piccole idee che s’incontrano (si scontrano) fra loro, soltanto per il piacere di abbordare, non come avrebbe fatto un pirata: piuttosto un amico immaginario. Quell'amico che molti hanno avuto e che spesso svanisce con l’età adulta.
Renata Renzoni.
Sanremese, classe ’58 da sempre scrive per necessità primaria. Inventare personaggi la aiuta a fuggire dai suoi demoni, calarsi nella psiche di altre persone è una fuga che dà ossigeno ai suoi polmoni. Ha dovuto affrontare brutte esperienze, come del resto succede a molti durante la vita, ma non s’è arresa.