< torna alla lista

31/05/2018 08.04.54

Le fusa sotto l’ombrellone: arrivano le indagini di Filippmarlowe.

È ambientato a La Spezia il primo giallo di Luana Ravecca
«Mi chiamo Filippmarlowe. Per gli amici solo Marlowe. 
Fisico muscoloso ed elastico. Andatura elegante. Abitualmente uso il guanto di velluto ma, all’occorrenza, so sfoderare gli artigli. I miei occhi verdi fanno impazzire le femmine che, quando mi sono vicine, non la smettono più di strusciarsi e fare le fusa. Ho condotto un’esistenza randagia che mi ha portato a evitare i legami duraturi. Ho girato in lungo e in largo i bassifondi bazzicando gente della peggior specie (alcuni dei veri e propri bastardi …). Poi ho incontrato Tony. »
Inizia così la storia di Filippmarlowe, assistente detective poco convenzionale e del suo capo Tony, poliziotto privato in crisi professionale ed esistenziale. Gli affari di Tony vanno male al punto che è costretto ad accettare lavoretti come vigilante. Una di queste uscite professionali lo porta a svolgere un servizio in occasione del Palio cittadino. Tutto sembra filare liscio finché uno sparo non cambia il corso degli eventi e Tony si ritrova coinvolto in un caso di omicidio. Le indagini porteranno alla scoperta di una scomoda e inaspettata verità che lo metterà davanti a un’ardua scelta. Teatro dell’intera vicenda è la città di La Spezia durante l’estate più piovosa e calda del secolo.

Luana Ravecca spezzina di nascita e milanese di adozione è una scrittrice, fumettista ed enigmista, particolarmente attiva nel settore dei giovanissimi. Svolge inoltre l’attività di educatore culturale e di collaboratore editoriale lavorando per varie agenzie. Alle mansioni strettamente editoriali affianca quella di curatrice di mostre multisensoriali. Omicidio nel Golfo è il suo primo romanzo, uno scanzonato e affettuoso omaggio a Raymond Chandler e Natsume Sōseki. Vive a Milano nello storico quartiere di Porta Romana con il marito Achille e la loro siamesina Gelba.